Connettiti con noi

News

Cagliari, belle parole ma niente fatti. Il punto della situazione

Pubblicato

su

Il punto della situazione al termine del match Cagliari-Verona conclusosi con la vittoria degli scaligeri: la salvezza si allontana

Ennesima pesantissima batosta per un Cagliari che per tre giornate sembrava aver ritrovato finalmente il sorriso e la sua vera anima. L’idillio è durato ben poco e con la sconfitta di oggi, si sprofonda ancora una volta nel baratro, in un pericolo incombente che prende il nome di Serie B.

LA PRESTAZIONE DI OGGI – L’Hellas Verona è apparso da subito indiavolato, con la voglia di portare a casa tre punti e una salvezza ormai diventata ufficiale. Ritmo intenso, grande gioco e dinamismo hanno caratterizzato l’intera prestazione dei gialloblù che hanno imposto la loro supremazia alla Sardegna Arena. Il Cagliari, invece, che in queste due settimane di sosta ha professato voglia di combattere per la salvezza, è sceso in campo già esangue, senza anima. La fortuna non è stata sicuramente dalla sua parte ma è altrettanto vero che la squadra sarda non funziona come dovrebbe: tante, troppe le occasioni bruciate per un gruppo che vuole realmente salvarsi. Come sempre, soltanto dopo il gol degli avversari arriva la reazione rossoblù.

Il Cagliari si risveglia dai sogni di gloria della passata stagione, sogni di gloria che però sono ormai dei ricordi remoti e che, fondamentalmente, non hanno portato da nessuna parte. Gli uomini di Semplici sembrano trasformarsi, si caricano di aggressività al punto tale da perdere completamente l’orientamento. I ruoli si invertono e il caos regna sovrano.

E ORA? – Di Francesco o Semplici, la musica non cambia. Il Cagliari è in seria difficoltà: i punti diminuiscono, così come il tempo a disposizione. Questa non è che la conseguenza dell’aspetto forse più preoccupante della squadra del Presidente Giulini: il non riuscire più a gonfiare la rete avversaria. Il perché? Troppi errori, troppe disattenzioni. La vera motivazione di questo crollo non si saprà mai. Una cosa è certa: il Cagliari ha una rosa che farebbe gola a tutti ma questo, a quanto pare, non basta per essere dei veri campioni.

PROSSIMI IMPEGNI – Domenica alle 12:30 si vola a San Siro dall’Inter capolista. Da questo momento per il Cagliari non esistono né se né ma. Mister Semplici incoraggia i suoi uomini, cerca di trovare il modo giusto per portare a casa l’obiettivo.

Advertisement