Cagliari, accadde oggi: i rossoblù calano il poker alla Fiorentina

Dario Silva Cagliari
© foto Cagliari Calcio

Esattamente 23 anni fa, il Cagliari di Mazzone domava la Viola con la doppietta di Lønstrup e le reti di Muzzi e Silva. L’amarcord di Cagliari-Fiorentina del 1997

Una boccata d’aria. Ciò che serve per intravedere uno spiraglio di luce in un percorso tetro. Quattro reti che ristorano l’animo. Specie se ai danni di nomi del calibro di Toldo, Batistuta e Oliveira. 15 maggio 1997: il Cagliari balla al Sant’Elia e asfalta la Fiorentina. Sembra quasi che la fame e la rabbia possano mettere a tacere la sfortuna. Purtroppo, resterà solo un lampo illusionistico, il cui eco verrà soffocato a Napoli un mese dopo.

I rossoblù si trovano in una situazione drammatica. La salvezza diretta dista 7 punti e, a 4 gare dal termine, è pura utopia. L’obiettivo è conquistare un posto per il playout a discapito di una tra Piacenza e Perugia. La stagione della Viola, in ambito nazionale, è stato un totale fallimento: l’odierno undicesimo posto è troppo poco per i ragazzi di Ranieri, vincitori della Coppa Italia dell’anno precedente e protagonisti di una emozionante cavalcata in Coppa delle Coppe, interrotta solamente in semifinale dal Barcellona.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Succede tutto nel primo tempo. Il Cagliari parte col NOS e passa avanti al 14’, quando Muzzi appoggia in rete dopo la traversa colpita da Tovalieri. La Fiorentina non ci sta e raggiunge il pari poco dopo la mezz’ora: l’ex Lulù Oliveira supera Sterchele con un preciso pallonetto di testa. I rossoblù reagiscono in maniera veemente e, in tre giri di lancette, trovano il gol per ben due volte. La prima marcatura è di Dario Silva, lesto nell’anticipare Toldo in uscita. Il 3-1 è ad opera di Lønstrup, che insacca di testa su sponda di sa Pibinca. Il danese cala il poker a fine frazione, questa volta su invito di Muzzi.

La ripresa è pura formalità. La Fiorentina è scarica e non riesce a essere pericolosa, il Cagliari gestisce con maestria e va vicino alla manita a più riprese. Protagonista assoluto Dario Silva. Prima toglie fuori dal cilindro un tacco fantascientifico e libera Tovalieri al centro dell’area: il Cobra manca per un soffio il bersaglio. Poco dopo mette a sedere Padalino e serve Lønstrup, il danese gira per Muzzi ma la conclusione di quest’ultimo è sbilenca.

TABELLINO: CAGLIARI-FIORENTINA 4-1

CAGLIARI (3-4-3): Sterchele; Villa, Minotti, Scugugia; Pancaro, Sanna, Lønstrup, Bettarini (75’ Bressan); Muzzi (79’ O’Neill), Tovalieri (64’ Tinkler), Silva. A DISPOSIZIONE: Abate, Taccola, Cozza. ALLENATORE: Carlo Mazzone.

FIORENTINA (4-3-3): Toldo; Serena, Falcone, Padalino (85′ Firicano), Pusceddu; Cois, Piacentini, Orlando; Robbiati, Oliveira, Batistuta. A DISPOSIZIONE: Mareggini, Carnasciali, Bigica, Baiano. ALLENATORE: Claudio Ranieri.

ARBITRO: Domenica Messina di Bergamo.

RETI: 13’ Muzzi, 32’ Oliveira, 34’ Silva, 36’ e 45’ Lønstrup.