Sindaco di Trieste: “Il comune sta facendo il massimo, siamo lieti di poter ospitare il Cagliari”

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un cinguettìo su Twitter, il Sindaco di Trieste chiarisce meglio il pensiero dell’amministrazione comunale giuliana.

Attraverso il suo sito ufficiale il primo cittadino Roberto Consolini ha infatti espresso questi pensieri:
Non è vero che il Comune di Trieste ha detto NO alle partite della massima serie del Campionato, anzi l’AMMINISTRAZIONE E’ DISPONIBILE E BEN LIETA di poter OSPITARE GLI INCONTRI DEL CAGLIARI, considerando i vantaggi economici e d’immagine legati a questa opportunità.

Il Comune, ieri (venerdì 5 aprile), ha solo chiarito e comunicato le regole necessarie per poter ospitare le partite di Serie A, norme che impongono l’installazione di un sistema di video-sorveglianza. Poiché fino a una qualche giorno fa, l’opzione che il Cagliari dovesse giocare a Trieste le sue partite era solo una ipotesi e considerati i vincoli, che dovrebbero essere ormai noti, del Patto di Stabilità, l’operazione di adeguamento della stadio Nereo Rocco non era sicuramente considerata un’opera indifferibile e urgente.

Invece, non appena si è evidenziata l’opportunità che il Cagliari facesse del Rocco il proprio campo da gioco, IL COMUNE DI TRIESTE HA SUBITO ORDINATO L’IMPIANTO NECESSARIO e ha più volte sollecitato l’ordine.

Il Cagliari ha diramato un comunicato stampa impreciso, infatti il direttore sportivo si è già scusato con me, in quanto non è che il Comune ha dato la propria disponibilità, ma è la Lega calcio che ha assicurato al Cagliari la disponibilità del Ministero dell’Interno a trovare una soluzione, disponibilità ancora non confermata all’amministrazione comunale triestina.

Il Comune di Trieste sta facendo il massimo per accelerare la fornitura delle telecamere, e sarebbe ben felice di ottenere una deroga o avere un’alternativa per poter ospitare le partite del massimo campionato, infatti è in attesa di comunicazioni ufficiali che permettano di concedere lo stadio alla società del capoluogo sardo.

CONDIVIDI
Articolo precedente
Quale futuro per il Cagliari? La proposta dei tifosi rossoblù
Prossimo articolo
Cagliari, la nota del club: «Vicini alla famiglia Ruggeri»