Pulga: “Per la salvezza saranno tutte finali. Sau è fantastico”

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la grande vittoria per 4-2 di venerdì scorso ottenuta allo stadio Olimpico di Roma ai danni dei giallorossi, il tecnico del Cagliari, Ivo Pulga ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva sull’ottimo momento dei suoi ragazzi e sulla vittoria di venerdì che è costata la panchina a Zdenek Zeman: Noi facciamo grandi prestazioni da 5 domeniche, a Roma abbiamo raccolto i frutti del lavoro. Mi dispiace per l´esonero di Zeman che reputo uno dei migliori allenatori in italia, ma questo è il calcio, paghiamo sempre noi. C. Salvezza?  Il cammino è ulteriormente complicato perchè ci sono squadre che in passato non erano in queste condizioni e che hanno organici importanti, saranno tutte finali e non dovremo perdere punti negli scontri diretti“.

Il tecnico dei sardi ha poi voluto ringraziare il numero uno del Cagliari, Massimo Cellino, che è riuscito a trattenere durante il mercato invernale, i pezzi pregiati dei rossoblu: “Cessioni bloccate? Abbiamo sempre detto che abbiamo una rosa competitiva, il presidente ha fatto un enorme sforzo, è stato eccezionale a rinunciare a cedere i pezzi migliori, speriamo di ripagarlo con la salvezza”.

Pulga ha poi reso il merito dell’ottimo momento dei sardi anche ad alcuni dei suoi ragazzi, a partire da Marco Sau, fino ad arrivare ai due pezzi pregiati della sua rosa, Radja Nainggolan e Davide Astori, rimasti in Sardegna nonostante le offerte di diversi club italiani e europei: Sau? Io me l´aspettavo, l´ho seguito negli anni scorsi, ha fatto cose eccezionali che sta riproponendo, sono felice per lui perchè è un ragazzo fantastico, speriamo continui così fino alla fine, sarà puntato da grossi club a fine stagione. Nainggolan? E´ universale, può ricoprire tutti i ruoli ma l´ideale è interno nel centrocampo a 3. Cellino per tenerlo a Cagliari ha dovuto dire di no a offerte importantissime. Lo vedo benissimo in una grande e sarei felicissimo per lui, giusto che vada a lottare per vincere. Astori?  E´ il terzo allenatore del Cagliari, e rimanere è stata una sua scelta di vita e la capisco: giocare qui è bellissimo, un ambiente con tifosi eccezionali. Daniele è il Cagliari, un allenatore in campo, darà grandi soddisfazioni a questa maglia. Pinilla? Un grandissimo giocatore, da qui alla fine troverà il suo spazio come tutti, basta che continui ad allenarsi come sta facendo e si giocherà un posto da titolare”.

CONDIVIDI
Articolo precedente
Avelar e Nainggolan squalificati per un turno
Prossimo articolo
Primavera, fermata la Fiorentina seconda in classifica