Il grande ex Lulù Oliveira: “Is Arenas? Spero si risolva tutto al più presto. I Tifosi hanno bisogno della squadra, e viceversa…”

© foto www.imagephotoagency.it

Il prossimo 27 marzo riceverà il premio come miglior allenatore delle squadre Dilettanti d’Italia, riconoscimento battezzato come “Ali della Vittoria 2013”. Parliamo dell’ex bomber del Cagliari, oggi allenatore del Muravera Lulù Oliveira. L’ex rossoblù brasiliano naturalizzato belga ha rilasciato un’interessante intervista ai microfoni di Laura Puddu, collega di Cagliari.Globalist.it, dove parla dei suoi trascorsi cagliaritani, che l’han visto protagonista, insieme alla squadra allora allenata da mister Bruno Giorgi, della storica cavalcata in coppa Uefa, interrottasi solo nella semifinale di ritorno contro l’Inter: “Quell’annata  fu strepitosa, il top tra le stagioni vissute a Cagliari. Ho ancora in mente la felicità per la vittoria nei quarti di finale di Coppa contro la Juve, peccato per la semifinale persa a Milano contro l’Inter. Il calcio è così, gioie e delusioni”.

In Sardegna non è mai stato dimenticato dai tifosi rossoblù dei quali dice: “I tifosi rossoblù sono calorosi, sostengono sempre la squadra. Anche adesso è così, nonostante le vicende negative legate allo stadio. Spero si risolva tutto presto e nel miglior modo possibile, i sardi hanno bisogno della squadra e lei di loro”. Oliveira si è innamorato dell’Isola, tanto da aver scelto di stabilirsi per la vita:“La Sardegna è la mia casa, ho scelto di vivere qui perché è una terra meravigliosa”. E infine sul prestigioso premio che riceverà tra qualche giorno: “E’ un piacere immenso ma grande merito è dei miei ragazzi. Alla premiazione ci sarà anche Gigi Riva, un onore per me”.

 

CONDIVIDI
Articolo precedente
Cagliari, per i rossoblù insolito giovedì di doppia seduta d’allenamento
Prossimo articolo
Anche Uras e Terralba candidate ad ospitare il Cagliari. Intanto Tendas (sindaco Oristano): “Noi disponibili ma…”