Che fine hanno fatto – Patrick Mboma

© foto www.imagephotoagency.it

Tra i tanti giocatori che hanno indossato la maglia del Cagliari, merita sicuramente una menzione anche il camerunense Patrick Mboma, nato a Douala il 15 novembre 1970. Indossa la maglia rossoblù per tre anni, dal 1998 al 2000, anno in cui vince il Pallone d’oro Africano e il BBC African Footballer of the Year, entrambi i premi ottenuti grazie alle ottime prestazioni fornite con il club sardo, con il quale totalizza 48 presenze e 22 reti, 15 in campionato e 7 in Coppa Italia, prima di essere ceduto al termine della stagione 1999-2000 al Parma. Proprio in quell’anno, il malcapitato attaccante africano divenne celebre per il divieto dei tifosi dell’Hellas Verona imposto al club veronese di acquistare giocatori di colore. Lo rivelò il presidente del Verona, Giambattista Pastorello: “Non posso portarlo a Verona perché è un giocatore nero e i tifosi mi metterebbero in graticola”, imposizione che fece saltare il passaggio del camerunense in Veneto. Mboma fu una grande intuizione del presidente Massimo Cellino, che lo scovò in Giappone, dove aveva fatto sfracelli con il Gamba Osaka, dove aveva messo a segno ben 29 reti in 34 partite, una media gol impressionante. Cellino convinse Mboma ad imparare in fretta e furia l’italiano, riuscendo nell’impresa, tanto che il camerunense si presentò alla conferenza stampa di presentazione sfoggiando un italiano quasi perfetto. Con la maglia della nazionale diventa miglior marcatore superando una leggenda come Roger Milla, prima di essere superato dall’ex Inter, Samuel Eto’o. Sempre con la maglia dei leoni indomabili porta casa l’Olimpiade di Sidney 2000 e la Coppa d’Africa 2000 e 2002. Mboma appende gli scarpini al chiodo nel maggio del 2005 con la maglia del Vissel Kobe, club giapponese. Dopo il ritiro, Mboma comincia la carriera di talent scout, andando in giro per l’Africa a cercare nuovi talenti, i nuovi Samuel Eto’o e Patrick Mboma.

CONDIVIDI
Articolo precedente
Paone: “Il CdA vicino a Massimo Cellino. La società è pienamente operativa”
Prossimo articolo
Cellino: “Arresto atto avverso a me e alla società”