Cagliari, il punto sulla stagione della Primavera

giovanissimi regionali
© foto CagliariNews24.com

Il punto sulla stagione della Primavera del Cagliari. La squadra di Canzi ha disputato sinora un campionato ad intermittenza, mettendo però in luce alcuni giovani che hanno anche avuto modo di esordire in prima squadra

Circa un anno fa la Primavera del Cagliari si godeva le meritate vacanze da terza del girone B dopo aver guidato la classifica per lunghi tratti della prima parte di campionato. Al termine della regular season i baby rossoblù colsero i play-off, che in Sardegna mancavano dalla stagione 2006/07: era il Cagliari di Sau, Aresti e Mancosu.

CAGLIARI PRIMAVERA – Oggi i sardi, guidati ancora da Max Canzi, stazionano al nono posto del girone C con 13 punti guadagnati in 11 gare. Un andamento indubbiamente meno spedito del Cagliari Primavera di un anno fa. La squadra rossoblù ha perso alcuni elementi cardine per motivi anagrafici: Murgia, Auriemma, Montaperto, Cotali e Pinna sono rimasti nell’orbita del club di Giulini ma hanno trovato casa all’Olbia, club che offre la possibilità di respirare l’aria del professionismo. In Sardegna sono arrivati nella scorsa sessione di calciomercato il portiere Luca Crosta, il centrocampista Antonini Lui ed i difensori Vasco Oliveira e Illia Briukhov. Prospetti tenuti d’occhio dal tecnico della prima squadra Rastelli, che li ha convocati in più di un’occasione ed ha dato chance ad alcuni di loro nella gara di Coppa Italia contro la Sampdoria. Il resto della rosa è composto da alcuni superstiti della scorsa annata e da giocatori promossi dalle squadre Under 17 come il portiere Mirko Bizzi ed il giovanissimo Roberto Biancu, fiore all’occhiello del settore giovanile. Il centrocampista di Sassari, classe 2000, ha avuto modo di conoscere il campionato già nel corso della passata stagione, quando Canzi gli diede fiducia nonostante fosse molto più giovane di compagni ed avversari. Un anno fa il capocannoniere della squadra era Federico Serra, a quota 13 sigilli stagionali. Oggi l’attaccante classe ’97, elemento più anziano della rosa a disposizione di Canzi, è a quota 2 reti in 8 gare. Dal punto di vista realizzativo fatica anche Arras, che ha messo a segno appena un gol in 10 gare. I capocannonieri dell’attuale Primavera sono Mario Piras e Lorenzo Camba, rispettivamente classe ’98 e ’99. I due attaccanti, già nella scorsa stagione inseriti nella rosa della Primavera, hanno chiuso l’anno a quota 3 reti ciascuno.

OBIETTIVI – Difficile eguagliare il numero di punti ed il piazzamento della scorsa stagione: il Cagliari sta attraversando una fase di transizione in cui la maturazione dei ragazzi è anteposta ai risultati del campo, come dimostrano i tanti ’99 e 2000 inseriti nel roster di Canzi. Il progetto a lungo termine del club di Giulini continua, a prescindere dai risultati. E le convocazioni e gli esordi di alcuni elementi in prima squadra non possono che rappresentare un piccolo traguardo nel quadro generale della crescita dell’intero settore giovanile.

Condividi
Articolo precedente
rastelli allenamentoIl 2016 del Cagliari mese per mese: gennaio
Prossimo articolo
Il 2016 del Cagliari mese per mese: febbraio