Battistini (ag. Cragno): «Nessuna trattativa con il Napoli»

cragno
© foto www.cagliarinews24.com

L’agente di Alessio Cragno, Graziano Battistini, spiega la situazione del suo assistito ai microfoni di CagliariNews24: «Stanno venendo fuori le sue qualità. Mi auguro che il Cagliari lo prenda in considerazione per la prossima stagione»

Nelle ultime ore si è vociferato di un forte interesse da parte del Napoli per Alessio Cragno, portiere classe ’94 di proprietà del Cagliari in prestito al Benevento, in Serie B. Il club di De Laurentiis avrebbe pensato all’estremo difensore dell’Under 21 per il dopo Reina: tutto è nato dall’incontro tra il ds partenopeo Cristiano Giuntoli e l’agente del portiere di Fiesole due giorni fa. Abbiamo contattato in esclusiva il procuratore Graziano Battistini per saperne di più.

Il Napoli sta pensando a Cragno per difendere la porta azzurra nei prossimi anni?
«Non mi risulta, è stato creato un caso dopo l’incontro di Milano con Giuntoli. Ci ho fatto due chiacchiere e dopo si è montato il caso, è troppo presto. Non c’è un interesse degli azzurri, soltanto grande stima. Ma da lì a dire che è nata una trattativa…»

Nelle esperienze di Lanciano e Benevento il portiere si è messo in luce, mostrando qualità che nella prima stagione a Cagliari non erano emerse del tutto. Già dalla prossima stagione potrebbe giocare in Sardegna?
«Mi auguro che sia preso in considerazione per potersi giocare le sue chance. Il Cragno di tre anni fa era più giovane, è normale che qualche situazione possa essere venuta un po’ meno. Secondo me l’esperienza al Cagliari di tre anni fa, così giovane, in Serie A con Zeman, è stata positiva: sul campo è spesso stato uno dei più propositivi in mezzo a grandi incertezze di tutta la squadra. Io valuto le situazioni in base a ciò che dice il campo, anche se l’opinione pubblica ed un po’ tutta la situazione hanno fatto sì che gettassero la croce sul ragazzino. Lui ha dimostrato di avere carattere, ha reagito ed ha lavorato. E’ stato bravo a riproporsi alla grande, ora sono venute e stanno tuttora venendo fuori le sue qualità».

Con i rossoblù è già stato aperto il discorso?
«Sono tutti impegnati nelle proprie cose. Anche per rispetto di Cagliari e Benevento, dei rispettivi attuali portieri e dei tifosi delle due squadre non è giusto mettere il carro davanti ai buoi. E’ ovvio che il Cagliari abbia già una sua idea di quello che potrebbe succedere l’anno prossimo, ma in questo momento è prematuro parlarne. La priorità è che rientri al più presto, sta recuperando dal problema al menisco, ormai l’ha risolto. Per il momento Alessio pensa al Benevento e a dare il suo contributo alla squadra per inseguire i play off che sono un risultato importante per tutti quanti. Dopo si parlerà del futuro con il Cagliari».

Da un portiere di proprietà del Cagliari ad un altro: l’agenzia per cui lavora assiste anche Gabriel Montaperto, come sta vivendo la seconda parte di stagione al Sudtirol?
«Gabriel sta facendo un’esperienza importante, ha fatto i primi sei mesi giocando (all’Olbia, ndr) e quindi ha messo nel suo bagaglio un’esperienza importante per quel che riguarda il futuro prossimo. A gennaio abbiamo deciso di vivere un’altra realtà: al Sudtirol sono contenti, sabato dovrebbe giocare contro la capolista. Il ragazzo è giovane ed ha tutte le qualità per venir fuori e poter dire la sua già dal prossimo campionato, vediamo dove e come. La stagione che sta vivendo la sta prendendo nella maniera giusta per crescere e diventare un portiere importante».

Si ringrazia Graziano Battistini per la cortese disponibilità

CONDIVIDI
Articolo precedente
assente cagliariCagliari al lavoro, differenziato per Farias e Ceppitelli
Prossimo articolo
cagliari primaveraPrimavera, U16 e U15: tripla sfida contro l’Inter